© 2017 created by Marialaura Pisano

Fisioterapia & Rolfing®

BLOG

Seguimi

Quello che comunemente è conosciuto come il colpo della strega in medicina si definisce lombalgia acuta e si manifesta come un intenso dolore lombare che compare all’improvviso.

Questo tipo di disturbo interessa la muscolatura posta nella parte bassa della schiena e normalmente è causato da un movimento improvviso e sbagliato, come una torsione innaturale del busto o il sollevamento di un peso in modo scorretto. In queste circostanze le fibre muscolari interessate non riescono a rispondere adeguatamente e in modo elastico all’improvviso gesto brusco e rischiano di rompersi.

Si tratta dello stiramento che per reazione determina la contrazione dei muscoli lombari e quindi il dolore intenso alla schiena, spesso così forte da farci mancare il respiro.

Ma come comportarsi quando la strega colpisce? Il detto suggerisce che bisogna piegarsi, in effetti rimanere in una posizione antalgica che non contrasti la contrazione muscolare è un buon modo per non peggiorare la situazione.

Nelle prime ore è...

Più volte vi ho parlato degli squilibri corporei causati da posture scorrette, prima fra tutte quella con il capo chino verso lo smartphone o sulla scrivania. Altre volte vi ho parlato di movimenti bruschi che possono causare fastidi e problemi. Oggi voglio soffermarmi su una delle conseguenze di queste abitudini: i dolori muscolari alle spalle!

Quante volte vi sarà capitato di fare banali movimenti come sollevare le braccia per sistemare uno scaffale posto in alto, oppure lavare i vetri, ed avvertire un forte dolore alle spalle?

Quante volte, invece, vi sarà capitato di trascorrere ore nella stessa posizione seduti con le spalle ricurve e la testa inclinata in avanti e lamentare una forte tensione muscolare alla schiena e alle spalle?

Sono certo che vi capiti spesso, sia a casa che in ufficio, quindi ho deciso di consigliarvi qualche buona abitudine che vi aiuterà a prevenire i dolori muscolari da stiramento o contrattura.

Innanzitutto, adottare posture e soluzioni che vi consentano di ma...

Settembre è iniziato e per molti è già ricominciata la routine quotidiana. Si rincontrano i colleghi, si pianifica il lavoro e si ritrova la famigerata scrivania. Ore e ore trascorse nella stessa posizione, magari al pc o tra mille fogli. Risultato? Dolore alle spalle e alla schiena, problemi allo stomaco, affaticamento della vista e ginocchia indolenzite. Si tratta della Sindrome da ufficio, ma come fare a contrastarla?

Sicuramente creare una postazione di lavoro confortevole è il primo passo: sedie e scrivanie adatte alle esigenze fisiologiche del nostro corpo sono un buon inizio, ma molto spesso non possiamo scegliere quelle più indicate per le nostre esigenze, quindi sarà opportuno adottare dei comportamenti utili a minimizzare i sintomi da lavoro d’ufficio.

Innanzitutto la postura. È importante mantenere nelle ore di lavoro una postura corretta che non affatichi il corpo, già costretto nella stessa posizione per ore e ore. A tal proposito è fondamentale cambiare posizione almeno ogn...

Finalmente le tanto attese ferie sono arrivate, molti hanno già fatto i bagagli e sono pronti a partire. Ma quanto pesano le valigie?

Fatta eccezione per quelli che come me amano viaggiare leggeri, la maggior parte degli italiani preferisce portare con sé in vacanza valigie molto pesanti. Per questa ragione ho deciso di condividere con voi qualche suggerimento utile a mettere in salvo le nostre schiene da colpi della strega e fastidiosi dolori localizzati.

Godersi la vacanza è l’obiettivo di tutti noi, spesso però iniziamo con il piede sbagliato e rischiamo di comprometterla con dei comportamenti superficiali che possono rivelarsi dannosi per il nostro benessere.

Spostare le valigie, sollevarle e doverle in qualche caso caricare in auto sono gesti molto delicati che comportano degli sforzi significativi per la nostra colonna che è chiamata a flettersi e ruotarsi. Il primo consiglio: quando sollevate i vostri bagagli flettete le ginocchia e tenete la schiena ben dritta, così eviterete di...

L’estate è arrivata e molti di noi hanno scelto di trascorrere le proprie vacanze al mare. Spesso mi capita di osservare persone che durante la giornata decidono di fare lunghe passeggiate sulla spiaggia, in particolare sul bagnasciuga o magari direttamente in acqua. Molti decidono di passeggiare sulla spiaggia per ingannare il tempo, molti per fare attività fisica, ma non tutti sanno che questa abitudine è molto importante per il benessere della nostra schiena e della nostra postura. Da alcune ricerche effettuate su popolazioni Africane ed Asiatiche che non fanno uso di calzature di nessun genere è emersa una chiara connessione tra tale abitudine e l’assenza di problematiche legate alla postura. Secondo gli studiosi, infatti camminare a piedi scalzi può portare benefici di vario genere, consentendo in particolare la stimolazione dei centri nervosi direttamente collegati al nostro cervello. La colonna vertebrale, infatti, riceve dai centri nervosi presenti sotto i nostri piedi delle st...

L’estate si fa sentire e tutti cerchiamo di trovare sollievo e refrigerio nei modi più disparati. Soprattutto in vacanza, cerchiamo di staccare la spina e di indossare abiti e calzature che ci facciano sentire liberi e comodi. Tuttavia, non sempre comodo è sinonimo di corretto, soprattutto quando si parla di calzature. Molti di noi chiudono nell’armadio le scarpe chiuse ed indossano le comode ciabatte infradito noncuranti del fatto che questo tipo di scarpa può provocare più danni di un tacco 12! Infatti d’estate aumentano in maniera considerevole problematiche come tendiniti, talloniti, dolori alle ginocchia, e dolori alla schiena soprattutto nel tratto lombare e cervicale. Tutto ciò è dovuto al fatto che le flip-flop a causa della loro conformazione modificano in maniera importante la nostra andatura incidendo, così, sul nostro assetto posturale ed acuendo le nostre problematiche pregresse. A causa della suola quasi completamente piatta il peso del corpo si distribuisce in maniera sc...

Spesso lamentiamo tensioni e dolori nella parte bassa della nostra schiena, dolori a livello lombare e rigidità all’altezza delle anche e della zona pelvica. In molti casi, però, le zone in cui accusiamo i maggiori fastidi sono semplicemente l’effetto di uno squilibrio che trova la sua origine altrove.  Problemi come: Sciatica, mal di schiena, problemi alle spalle, disfunzioni a livello degli organi dell’addome possono derivare da una eccessiva contrazione dell’Ileopsoas. Si tratta di un muscolo per molti sconosciuto, eppure è l’unico muscolo che unisce il busto alle gambe! Quindi non è difficile comprendere quanto sia importante la sua influenza sulla nostra postura.

Una vita troppo sedentaria o una scorretta attività fisica possono provocare un indebolimento o un irrigidimento di questo muscolo di vitale importanza ber il nostro benessere psicofisico.

Nelle culture orientali, ad esempio, l’Ileopsoas viene definito “Il muscolo dell’anima”. Quest’ultimo infatti, è considerato come dotato...

Spesso ci capita di sentire un dolore lancinante alla schiena, al collo, agli arti e ne attribuiamo la causa all’accavallamento di un nervo. La verità è che i nervi non si accavallano!

La causa di quei dolori intensi e localizzati ha a che fare con un’infiammazione a livello muscolare dovuta il più delle ad una contrattura.

Le contratture muscolari sono degli indurimenti del muscolo che in fase di rilasciamento subisce un funzionamento errato rimanendo contratto e rigido e quindi causando un forte dolore pungente.

Le aree maggiormente colpite dalle contratture muscolari sono il trapezio e il collo, la fascia lombare ed il polpaccio, comunemente questi punti rientrano tra i Trigger Point, che possono opportunamente essere trattati per sciogliere le contratture e le rigidità muscolari favorendo il ripristino di una condizione fisiologica.

Tuttavia per curare ciò che comunemente viene definito “nervo accavallato” gli approcci sono molteplici e tutti risolutivi. In generale si può dire che per...

Qualche tempo fa su Facebook ho condiviso un post nel quale vi invitavo a riflettere sulla posizione che adottiamo nell’usare smartphone e tablet. Vi ho allertati dicendovi che ogni volta che chiniamo il capo a 60 gradi per leggere qualcosa sul nostro smartphone aggiungiamo esattamente 27 kg di pressione alla colonna cervicale, il peso di un bambino di 8 anni.

Adesso voglio condividere con voi qualche riflessione sulla sindrome Text Neck, che potremmo definire cervicale da smartphone.

Innanzitutto per farvi capire quanto sia diffusa vi chiedo se vi sia mai capitato di avvertire, dopo aver utilizzato un dispositivo mobile per più di 10 min, un forte dolore al collo irradiarsi verso le spalle e le braccia, oppure un’emicrania intermittente accompagnata da rigidità muscolari. Sono certo di sì e sono convinto che abbiate subito ricollegato questi sintomi all’uso prolungato dello smartphone. Questo accade perché la postura in avanti della testa è causa di squilibri nella naturale curvatura de...

È tecnica di Kinesiologia che individua le cause dei disturbi tramite test muscolari, per poi correggere eventuali squilibri sia posturali che energetici. È un metodo che sfrutta il collegamento esistente tra muscoli e sistema nervoso, la cui disarmonia è causa di squilibri biochimici, fisici ed emotivi e pertanto determina spesso malessere.

Attraverso una lieve pressione sui muscoli, l’operatore valuta la velocità di risposta e dunque individua le zone di disorganizzazione energetica con il fine di riequilibrarne la funzionalità e l’efficienza energetica.

Il metodo del Touch For Health nasce negli anni ’60 dalle intuizioni dei coniugi John e Carrie Thie che dopo aver appreso i principi della Kinesiologia da Goodhearth elaborarono la convinzione che ad ogni muscolo fossero associati dei fattori riflessi che se stimolati sono in grado di ripristinare un’ottimale velocità di risposta con benefici per tutto l’organismo. Così promossero una serie di seminari chiamati “La salute dentro” per i...

Please reload

  • Grey Facebook Icon
In evidenza

Il Rolfing®, tecnica e benefici

2 Mar 2016

1/1
Please reload

Archivio
Please reload